santa Barbara in Agro
    Orari

    Sante Messe:
  • Festivi - ore 10.30
  • Sabato, S. Messa pre-festiva ore 18.00
  • Feriali: Mercoledi ore 18.00 a seguire Adorazione del SS.mo Sacramento
  • S. Natale, 1 Gennaio e S. Pasqua ore 11.00
    Catechesi:
  • Giovedž - ore 18.30
    Preghiera per i malati:
  • Ultimo martedi del mese - ore 19.00







Caritas parrocchiale

Dopo la sua formazione il Gruppo CARITAS Parrocchiale ha iniziato la ricerca di situazioni che richiedessero il suo concreto intervento. Tra le varie priorita' proposte ci e' sembrata subito attuabile quella di andare come volontari alla mensa dei poveri, che svolge la sua attivita' presso il convento di Santa Chiara in Rieti.

Il giorno 8 dicembre 2012, infatti, dopo i contatti avuti con la responsabile della struttura, noi volontari del gruppo, siamo andati in otto con tutto l'occorrente a preparare e servire la cena ai poveri che lì si recano abitualmente certi di dare il meglio di noi stessi in questo periodo prenatalizio dove noi tutti dovremmo essere meno attratti dalle luci di una citta' illuminata a festa e molto piu' attenti ai bisogni di coloro che si trovano in difficolta'.

Era ormai quasi tutto pronto quando dal nulla si sono materializzati i nostri ospiti. Tra loro c'erano anche dei bambini, che con la loro vivacita' hanno reso l'ambiente ancor piu' familiare. Abbiamo iniziato a distribuire i piatti e mentre tutti mangiavano e noi insieme e in mezzo a loro, un giovane ha esclamato a gran voce: "Stasera mi sembra di essere al Calice D'Oro!", noto ristorante del centro di Rieti. Avevano percepito che tra tutti gli ingredienti usati per rendere quella cena speciale ce n'era uno che rendeva tutto piu' appetibile: l'amore.

All'improvviso un lungo applauso ha riempito i nostri cuori di gioia: avevamo avuto la nostra ricompensa. Finito di mangiare, dopo averci di nuovo ringraziati, tutti sono andati via disperdendosi nel freddo serale di una citta' forse troppo distratta.

Sistemata la cucina e il salone, andando via abbiamo spento la luce su quella serata tanto intensa quanto emozionante. Indelebile resta il ricordo dei mesti sguardi incontrati di sfuggita, di mani tese a prendere un piatto, di richieste di un po' di pane in piu'. Credo che siamo noi che dobbiamo essere grati a quelle povere persone, perche' ci hanno permesso di scrutare ancora piu' a fondo i nostri cuori e laddove ce ne fosse stato bisogno, rafforzare la certezza che quando c'e' carita' c'e' senz'altro amore.

Torneremo ancora ogni primo sabato dei mesi avvenire, salvo diverse disposizioni, a prestare la nostra opera, sicuri di dare a tutti la consolazione di non essere piu' soli.