santa Barbara in Agro
    Orari

    Sante Messe:
  • Festivi - ore 10.30
  • Sabato, S. Messa ore 17.00
  • Feriali: Mercoledi ore 18.00 a seguire Adorazione del SS.mo Sacramento
  • S. Natale, 1 Gennaio e S. Pasqua ore 11.00
    Catechesi:
  • Giovedì - ore 18.30
    Preghiera per i malati:
  • Ultimo martedi del mese - ore 19.00







Rieti ha un nuovo vescovo



Novità del 14/08/2015

Accogliamo il nuovo vescovo


In occasione della consacrazione episcopale di Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Domenico Pompili e dell'inizio del suo ministero nella nostra Chiesa diocesana, l'Ufficio Liturgico ha provveduto alla formulazione di alcuni sussidi per le catechesi e le preghiere. Le varie proposte suggerite potranno essere liberamente adattate.

Scarica il Sussidio per le catechesi e le preghiere in preparazione all'ordinazione ed all'ingresso in Diocesi di S.E. Mons. Domenico Pompili


Il 15 maggio 2015 è stato eletto alla sede vescovile di Rieti S.E. mons. Domenico Pompili.
Succede a S.E. mons. Delio Lucarelli, attuale amministratore apostolico della Diocesi di Rieti, che ha retto la diocesi dal 6 gennaio 1997.

Nato a Roma il 21 maggio 1963, mons. Pompili è stato ordinato presbitero il 6 agosto 1988 per la diocesi di Anagni-Alatri.
Dal 2007 è Direttore dell'Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana e, dal 2009, è Sotto-Segretario della stessa. E' Segretario della Fondazione Comunicazione e Cultura, membro del Consiglio di Amministrazione del quotidiano "Avvenire", Docente Incaricato di Teologia Morale presso l'Istituto Teologico Leoniano di Anagni, dove insegna dal 1990.

L'ordinazione vescovile avverrà a Rieti il 5 settembre 2015.
Arriverà a Rieti sabato 5 settembre 2015 alle ore 15.30, e sarà accolto a Porta Romana. Attraverso via Roma giungerà a piazza Vittorio Emanuele II dove riceverà il saluto del Sindaco.
Alle ore 16.30 la processione dalla prefettura proseguirà per la cattedrale dove avrà inizio la cerimonia di ordinazione.
Dopo le 19,00 il nuovo Vescovo di Rieti saluterà tutti i Fedeli sotto gli Archi del Vescovado.

«Ut fructum afferatis», si legge nel suo stemma. «Perché portiate frutto»: il motto è un ivito rivolto a tutti i discepoli di Gesù, siano sacerdoti, consacrati, persone impegante nelle istituzioni, fedeli tutti, perché ognuno svolga la propria parte per il bene comune.

Lo stemma presenta un albero in florida fogliazione - su sfondo argenteo - sormontato da tre stelle d'oro su sfondo azzurro. Concordia e vitalità sono simbioleggiati dall'albero, mentre il verde richiama anche la terra reatina.
L'argento dello sfondo simboleggia la trasparenza, la verità e la giustizia, su cui si fonderà l'impegno pastorale del Vescovo.

Le tre stelle simboleggiano la luce e l'orientamento ed alludono alla «luce del mistero della Trinità», ma anche «a Maria, la madre di Dio e della Chiesa».
Lo sfondo azzurro, il cielo con i suoi desideri, si contrappone al radicamento terrestre dell'albero. Insieme si collocano ottimamente in questa "valle Santa", che anche San Francesco frequentò assiduamente.

La fede - come ricordato da mons. Pompili nel primo messaggio al suo nuovo popolo - è anch'essa un legame che invisibilmente unisce il cielo e la terra.
L'augurio è che questo territorio diventi anche per mons. Pompili la sua terra di adozione, nella quale ritrovare insieme le radici di quel legame che alimenta la fiducia e la speranza a partire dalla comune esperienza cristiana.

Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito della diocesi di Rieti: http://www.rieti.chiesacattolica.it